Trasparenza Rifiuti Azzano d'Asti
Trasparenza Rifiuti Azzano d'Asti

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Azzano d'Asti

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Azzano d'Asti

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Azzano d'Asti

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti - Raccolta e trasporto rifiuti
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti - Raccolta e trasporto rifiuti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Il calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente sono pubblicati alla pagina https://www.asp.asti.it/igiene-urbana/raccolta-differenziata/il-servizio-negli-altri-comuni-della-provincia-di-asti/


Le Ecostazioni di GAIA spa a disposizione degli utenti del servizio raccolta rifiuti dei Comuni dell'Unione "Comunità Collinare Val Tiglione e dintorni" sono le seguenti:


INFORMATIVA ECOSTAZIONI

1)     Ecostazione di Castello di Annone - Loc. Case Sparse 101 - Str. Provinciale per Rocchetta Tanaro

    Elenco rifiuti conferibili dai titolari delle utenze domestiche della TARI previa presentazione della tessera sanitaria:

·          Batterie al  piombo

·          Carta/cartone

·          Farmaci scaduti – Ferro (metallo) – Filtri Olio – Frigoriferi (RAEE R1, Apparecchiature fuori uso contenenti clorofluorocarburi)

·          Grandi bianchi (RAEE R2 lavatrice, grandi elettrodomestici)

·          Imballi sporchi (Imballaggi contenenti residui di sostanze pericolose o contaminati)

·          Lampadine a incandescenza (Tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio) – Legno

·          Macerie edili (Miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche solo da piccoli interventi di rimozione eseguiti direttamente dal       conduttore della civile abitazione)

·          Oli Minerali (Scarti di olio minerale per motori, ingranaggi e lubrificazione, non clorurati) – Oli vegetali (Oli e grassi commestibili)

·          Pile (batterie e accumulatori) – Plastica (imballaggi) – Pneumatici fuori uso

·          Rifiuti Biodegradabili – Rifiuti ingombranti (materassi, biciclette, tavoli…)

·          Sfalci e potature

·          Toner per stampanti – Tv e monitor (RAEE R3)

·          Vernici (inchiostri, adesivi e resine contenenti sostanze pericolose) – Vetro (imballaggi e lastre)

-           Abbigliamento


ORARIO DI APERTURA

MARTEDI’:   9:00 – 12:00 / 13.30 – 17:00

GIOVEDI’:     9:00 – 12:00 / 13.30 – 17:00

SABATO:       13:30 – 17:30







Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
La Carta della qualità del servizio è in fase di redazione.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

La tassa da corrispondere è commisurata ad anno solare e computata in base al periodo effettivo di occupazione o detenzione dei suddetti locali o aree scoperte espresso in giorni.

La Tariffa si compone di una quota fissa (QF) e di una quota variabile (QV).

La quota fissa è determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, mentre la quota variabile è rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, compresi i costi di smaltimento.

Per le utenze domestiche, la tariffa varia in ragione della superficie calpestabile dell’immobile dichiarata ed è graduata a seconda del numero degli occupanti l’immobile:

la Quota Fissa è espressa in euro per unità di superficie  e la Quota Variabile in euro in dipendenza del numero di occupanti.

Per le utenze domestiche condotte da persone fisiche che vi hanno stabilito la propria residenza anagrafica, il numero degli occupanti è quello del nucleo familiare risultante all’Anagrafe del Comune. Devono comunque essere dichiarate anche le persone che non fanno parte del nucleo familiare anagrafico e dimorano nella stessa unità immobiliare.

Per le utenze non domestiche, la tariffa varia in ragione della superficie dei locali occupati e si distingue a seconda della tipologia di attività economica svolta:

la Quota Fissa è espressa in euro per unità di superficie  e la  Quota Variabile in euro in per unità di superficie.

All’importo della tassa comunale, occorre infine aggiungere il Tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell'ambiente di cui all'art.19, del D.lgs. n. 504/1992 che, per l’anno 2020, è pari al 5% della tassa comunale (TEFA).

Le tariffe dell'anno 2020 sono state  approvate con delibera C.C. n. 7 del 28/05/2020.


ESEMPI DI CALCOLO:

  1. Utenze domestiche: abitazione di mq. 170 occupata da 2 componenti per tutto l’anno:

QF+QV = (€ 0,36429 x 170 mq. x 366/366) + (€ 61,93 x 366/366)+ (€ 119,07776 x 366/366) =

 € 61,93 + € 119,08 = € 181,01

TEFA = € 181,01 x 5% = € 9,05

TARI per il 2020 = (€ 181,01 + € 9,05) = € 190,06 arrotondato € 190,00 (cod. tributo 3944)

       2. Utenze non domestiche: generi alimentari  di mq. 68 occupata per tutto l’anno:

QF+QV = (€ 0,21579 x 68 mq. x 366/366) + (€ 3,96435 x 68 mq x 366/366) =

 € 14,67 + € 269,58 = € 284,25

TEFA = € 284,25 x 5% = €  14,21

TARI per il 2020 = (€ 14,67 + € 284,25) = € 298,92 arrotondato € 299,00 (cod. tributo 3944)


AGEVOLAZIONI

Con la delibera di approvazione delle tariffe TARI  del Consiglio Comunale n. 7 del 28/05/2020 sono state approvate anche le riduzioni TARI 2020 applicate alle utenze non domestiche soggette a chiusura o limitazioni per emergenza COVID-19.

La riduzione è pari al 25% sulla tassa da pagare per il corrente anno a tutte le attività produttive che sono rimaste chiuse a seguito delle misure anti COVID-19 disposte dal Governo. 

 


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 118,26 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 23,15699059
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 79,87%
Fattori di contesto del comune: € 50,16677859
Economie e diseconomie di scala: € 11,04811
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 12,095 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 28,57%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,08%
Rifiuti smaltiti in discarica: 23,08%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Con la delibera di approvazione delle tariffe TARI  del Consiglio Comunale n. 7 del 28/05/2020 sono state approvate anche le riduzioni TARI 2020 applicate alle utenze non domestiche soggette a chiusura o limitazioni per emergenza COVID-19.

La riduzione è pari al 25% sulla tassa da pagare per il corrente anno a tutte le attività produttive che sono rimaste chiuse a seguito delle misure anti COVID-19 disposte dal Governo. 

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

L'ufficio Tributi invierà, ogni anno, ai contribuenti un avviso di pagamento con allegato il modello F24 precompilato con l'importo da versare. Il contribuente è tenuto a verificare la correttezza dei dati contenuti nell'avviso di pagamento, provvedendo a comunicare eventuali discordanze per l'aggiornamento della propria situazione tributaria all’ufficio tributi.

Il modello dell'avviso di pagamento, in caso di mancato recapito, può essere:

  • ritirato presso l’ufficio Tributi del Comune di Azzano d'Asti.
  • richiesto tramite posta elettronica all’indirizzo: azzano@comune.azzanodasti.at.it
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/09/2020
100%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
50%
2° rata
30/12/2020
50%

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Il mancato o parziale pagamento entro le scadenze sopra indicate comporterà l’applicazione delle sanzioni di legge pari al 30% di ogni importo non versato da irrogare mediante apposito avviso di accertamento, con aumento di spese e interessi a carico del contribuente.

Il contribuente ha la possibilità, attraverso l’istituto del “ravvedimento operoso”, di regolarizzare in via spontanea, con consistente riduzione delle sanzioni, le violazioni ed omissioni connesse agli obblighi di versamento e di dichiarazione - prima che le stesse siano constatate o siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche od altre attività amministrative di accertamento di cui il contribuente abbia avuto formale conoscenza.

Per il pagamento del ravvedimento si utilizza il modello F24, previsto per i versamenti ordinari, versando le sanzioni e gli interessi unitamente alla tassa dovuta, col medesimo codice tributo (3944 - TARI. Tassa sui rifiuti) e barrando la casella “ravv”.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione