Trasparenza Rifiuti Arezzo
Trasparenza Rifiuti Arezzo

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Arezzo

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Arezzo

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Arezzo

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

il soggetto che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti è il COMUNE DI AREZZO;

-  per  informazioni e chiarimenti sull'attività di gestione delle tariffe i contribuenti possono rivolgersi allo Sportello Unico, Piazza A. Fanfani n. 1, nei seguenti orari di apertura al pubblico: Lunedì - Mercoledì - Venerdì - 08.30 - 13.00;  Martedì - Giovedì: 8.30 - 13.30; 15,00 - 17,30. Per richieste telefoniche relative ad informazioni e chiarimenti rivolgersi al numero 0575/377777 - oppure ai numeri 0575/377747/377789/377748 dalle ore 11.00 alle ore 13.00 dal lunedì al venerdì. Ulteriori notizie ed informazioni possono essere inviate tramite il seguente indirizzo di posta elettronica: tassarifiuti@comune.arezzo.it, tramite Pec: comune.arezzo@postacert.toscana.it; tramite raccomandata A/R in P.zza A. Fanfani, 1 52100 Arezzo.

Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
la modulistica per la presentazione di richieste di revisione/discarico degli atti inerenti la gestione amministrativa del tributo è scaricabile dalla pagina web del sito del Comune di Arezzo: www.comune.arezzo.it/aree tematiche/tributi comunali/Tari/modulistica.
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
 tutte le informazioni relative al calendario e agli orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione sono reperibili ai link indicati sotto
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
 attualmente non ci sono campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
 le istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto sono reperibili accedendo al link riportato nella sezione URL
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
la Carta della qualità del servizio vigente è liberamente scaricabile dal seguente link riportato anche nella sezione URL: https://static.seitoscana.it/pagine/90/Carta%20dei%20servizi_CSTrS.pdf
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

la percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso, calcolata come indicato all’Articolo 10, commi 10.1 e 10.2 è la seguente:

2017    39.85%

2018    40.31%

2019    45.40 % 

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
lo spazzamento e l'igiene urbana sono articolati in funzione delle differenti aree del territorio e della città. Servizi (spazzamento manuale, meccanizzato e misto nonché lavaggio delle strade e svuotamento dei cestini) e relative frequenze sono rappresentati con riferimento all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza sulla app Arezzo Clean, disponibile per dispositivi android e iOS sulle rispettive piattaforme
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
utenza di esempio
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4.7 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
esempio utenza non domestica
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4.7 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Si riportano qui di seguito 4 esempi di calcolo del tributo:

1) utenza domestica con 2 componenti con superficie di mq 100: tariffa fissa: tariffa fissa unitaria € 1,80294 x 100 (superficie) = € 180,29 tariffa variabile € 75,79498  tributo per l’esercizio di funzioni di tutela ambientale TEFA (€ 180,29 + € 75,79) x 4,7% = € 12,04 Totale tributo: € 180,29 + € 75,79 + € 12,04 = € 268,12 con arrotondamento € 268,00 (1a rata acconto € 134,00 – 2a rata a saldo € 134,00)  

2) utenza domestica non residente con 2 componenti con superficie di mq 100 con riduzione per uso stagionale: tariffa fissa: tariffa fissa unitaria € 1,80294 x 100 (superficie) = € 180,29 tariffa variabile € 75,79498  riduzione per uso stagionale € 75,79498 x 30% = € 22,74 tributo per l’esercizio di funzioni di tutela ambientale TEFA (€ 180,29 + € 53,05) x 4,7% = € 10,97 Totale tributo: € 180,29 + € 75,79 – € 22,74 + € 10,97 = € 244,31 con arrotondamento € 244,00 (1a rata acconto € 122,00 – 2a rata a saldo € 122,00) Esempio di calcolo del tributo

  3) utenza non domestica in categoria 11 (Uffici) con superficie di mq. 100 : tariffa fissa: tariffa fissa unitaria € 3,16579 x 100 (superficie) = € 316,58 tariffa variabile: tariffa variabile unitaria € 1,13137 x 100 = € 113,14  tributo per l’esercizio di funzioni di tutela ambientale TEFA (€ 316,58 + € 113,14) x 4,7% = € 20,2 Totale tributo: € 316,58 + € 113,14 + € 20,2 = € 449,92 con arrotondamento € 450,00 (1a rata acconto € 225,00 – 2a rata saldo € 225,00)  

4) utenza non domestica in categoria 21 (Attività artigianali specifiche) con superficie di mq. 500 e riduzione per commercio all’ingrosso: tariffa fissa: tariffa fissa unitaria € 1,89517 x 500 (superficie) = € 947,58 tariffa variabile: tariffa variabile unitaria € 0,49190 x 500 = € 245,95  riduzione: € 245,95 x 50% = € 122,98 tributo per l’esercizio di funzioni di tutela ambientale TEFA (€ 947,58 + € 122,98) x 4,7% = € 50,32 Totale tributo: € 947,58 + € 245,95 – € 122,98 + € 50,32 = € 1120,88 con arrotondamento € 1121,00 (1a rata acconto € 561,00 - 2a rata € 560,00)


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 61.055,76 t
Cluster: Poli Urbani - € 38,49239349
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 39,85%
Fattori di contesto del comune: € 100,6649008
Economie e diseconomie di scala: € 0,02237
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 6
Impianti di trattamento meccanico biologico: 15
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 15,661 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 12,22%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,97%
Rifiuti smaltiti in discarica: 31,41%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
eventuali riduzioni tariffarie possono essere richieste presentando la relativa istanza accedendo alla seguente pagina web del sito del Comune di Arezzo: www.comue.arezzo.it /aree tematiche/tributi comunali/Tari/modulistica.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
15/10/2020
50,00%
2° rata
15/12/2020
50,00%

Le scadenze per il versamento della Tari 2020 sono due con scadenza il 15 ottobre 2020 e il 15 dicembre 2020 così come stabilito con Provvedimento Dirigenziale n. 1005 del 15/05/2020 consultabile nel sito istituzionale www.comune.arezzo.it/areetematiche/tributicomunali/Tari/Tari2020.

Con Provvedimento n. 2769 del 30/11/2020 il versamento della tassa sui rifiuti relativa alla rata del saldo viene differito al 1° febbraio 2021 per le utenze non domestiche rientranti nelle categorie individuate dai codici ATECO di cui all'allegato 1 del D.L. 137/2020 e all'allegato 2 del D.L. 149/2020 (integrato dal D.L. 154/2020)

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’invito di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale il tributo è dovuto, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. L'avviso di accertamento indica le somme da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla notifica, con addebito delle spese di notifica, e con applicazione della sanzione del 30% dell’importo omesso o tardivamente versato, stabilita dall’art. 13 del D.Lgs 471/1997, oltre agli interessi di mora. L'avviso di accertamento contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si provvederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione. (Art. 26 Regolamento comunale TARI).

In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento del tributo risultante dalla dichiarazione alle prescritte scadenze viene irrogata la sanzione del 30% dell’importo omesso o tardivamente versato, stabilita dall’art. 13 del D.Lgs 471/97. Per la predetta sanzione non è ammessa la definizione agevolata ai sensi dell’art. 17, comma 2, del D.Lgs 472/97 (Art. 29 Regolamento comunale TARI).

Gli interessi di mora, di rateazione e di rimborso sono computati nella misura del vigente tasso legale.Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili (Art. 30 Regolamento comunale TARI)

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
La segnalazione di errori, la presentazione di dichiarazioni di variazione, nonché i moduli per la richiesta di rimborsi sono accessibili e scaricabili alla seguente pagina web del sito del Comune di Arezzo: www.comune.arezzo.it/areetematiche/tributi comunali/tari/Modulistica
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
 Non è stata ancora attivata la possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico. Si informa che dal 2021 gli inviti di pagamento potranno essere inviati via mail ai contribuenti che ne facciano richiesta. A tal fine nell’invito di pagamento per l’anno 2020 il contribuente verrà avvertito di questa possibilità e verrà allegata una modulistica con la quale potrà fornire la propria mail e richiedere che sulla stessa siano veicolati gli inviti di pagamento.
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti

 Nel corso dell'anno 2020 non vi sono state modifiche relativamente

1) alla modalità di raccolta dei rifiuti urbani, nei casi di estensione del servizio di raccolta differenziata e di passaggio da raccolta stradale a raccolta porta a porta;

2) modifiche nel calendario della raccolta porta a porta;

3) modifiche nelle modalità di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade che comportino effetti sui comportamenti degli utenti, in particolare quando implichino divieti relativi alla viabilità e alla sosta;

4) modifiche nel regime di tariffazione del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani;

5) modifica del soggetto che effettua l’attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti.