Trasparenza Rifiuti Tortolì
Trasparenza Rifiuti Tortolì

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Tortolì

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Tortolì

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Tortolì

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

Per informazioni in merito alla GESTIONE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI potete rivolgervi all’Ufficio Ambiente presso l'Area Governo del territorio Lavori Pubblici

dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 13:30  e il martedì pomeriggio dalle 16:00 alle 17:30

Telefono: 0782/600722


Email: servizioambiente@comuneditortoli.it

PEC: protocollo@pec.comuneditortoli.it



Per informazioni in merito alla TARIFFAZIONE TARI potete rivolgervi :

all'ufficio  Area Riscossioni sito in Tortolì in via Cagliari 3/7  il martedì e giovedì dalle 15:00 alle 18:00 e il mercoledì e venerdì dalle 10:00 alle13:00;

Telefono: 800 193 899

Cell: 0372 - 803857

Email: ufficio.tortoli@areariscossioni.it

all’Ufficio Tributi presso l'Area Finanze e Tributi

dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 13:30  e il martedì pomeriggio dalle 16:00 alle 17:30

Telefono: 0782 - 600763  0782 - 600766

Email: servizio.tributi.ragioneria@comuneditortoli.it

PEC protocollo@pec.comuneditortoli.it


SI INFORMA CHE AD OGGI, A SEGUITO DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS

GLI UFFICI SONO CONTATTABILI SOLO TELEFONICAMENTE OPPURE VIA MAIL

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

L'ufficio tributi è a disposizione per informazioni e assistenza nella compilazione dei modelli tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.30 e il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 17.30.

Contatti:

Telefono: 0782 600766 - 0782 600769

Mail: barbara.boi@comuneditortoli.it

Mail: fabiana.congiu@comuneditortoli.it

L'invio dei moduli deve essere effettuato ai seguenti indirizzi:

PEC: protocollo@pec.comuneditortoli.it

Mail: protocollo@comuneditortoli.it


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

L'ufficio tributi è a disposizione per informazioni e assistenza nella compilazione dei modelli tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.30 e il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 17.30.

Contatti:

Telefono: 0782 600766 - 0782 600769

Mail: barbara.boi@comuneditortoli.it

Mail: fabiana.congiu@comuneditortoli.it

PEC: protocollo@pec.comuneditortoli.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Le istruzioni per un corretto conferimento sono disponibili nel calendario della raccolta differenziata e al link https://formulambiente.it/tortoli/
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso


PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL COMUNE DI TORTOLI'

DATI UFFICIALI


RIFIUTI ANNO 2017

RD  85,83%

RIFIUTI ANNO 2018

RD 84,79%

RIFIUTI ANNO 2019

RD 85,64%


Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Calendario e orari pulizia strade non disponibile



Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili


Regole per il calcolo della TARI

La TARI è è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi.

Il tributo riguarda:

  1. Tutte le superfici coperte, anche di natura pertinenziale ed accessoria (cantine, garage, tettoie e simili, ecc...), a qualunque uso adibite (utenze domestiche dotate di servizi di rete - utenze non domestiche per le quali sia ufficialmente assentito l’esercizio di un’attività);
  2. le aree scoperte operative utilizzate dalle utenze non domestiche.

Sono escluse dalla tassazione:

  1. le parti comuni del condominio, coperte o scoperte, che non sono occupate o detenute in via esclusiva;
  2. le aree scoperte non operative, pertinenziali o accessorie a locali tassabili;

Non sono soggetti al tributo:


  •    locali ad uso domestico privi di tutte le utenze di rete (Elettrica, Idrica);
  •    locali in oggettive condizioni di non utilizzo in quanto inabitabili o oggetto di lavori di ristrutturazione (limitatamente al periodo di validità del titolo abilitativo edilizio);
  •   Centrali termiche e locali riservati ad impianti tecnologici (cabine elettriche, vani ascensore, serbatoi, silos, cisterne e simili);
  •   Superfici ove si formano, di regola, rifiuti speciali pericolosi, a condizione che il produttore ne documenti il corretto trattamento

La tassa, composta da una parte fissa e una variabile (così come previsto dal DPR n. 158/99), viene determinata in base ad una tariffa fissa e ad una tariffa variabile (deliberata annualmente dal Consiglio Comunale sulla base del PEF – Piano Economico Finanziario del Servizio di igiene urbana), che viene moltiplicata per la superficie  risultante dalle visure catastali o accertata d’ufficio.

Le tariffe sono differenziate fra le utenze domestiche (per le quali si tiene conto del numero dei componenti il nucleo familiare) e quelle non domestiche (che raggruppano le attività con omogenea potenzialità di produzione dei rifiuti, con riferimento al codice ATECO).

Annualmente, nell’avviso di pagamento, viene addebitato anche il TEFA –Tributo Provinciale per l'esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione e Igiene ambientale, devoluto alla Provincia di Nuoro, nella misura del 5% della TARI.

      


Riduzioni applicabili alle utenze domestiche

Ai sensi dell’art. 17, comma 6 del Regolamento TARI dell’Ente, la riduzione della quota variabile della tariffa nel caso di:
- Componenti del nucleo familiare che mantengono la residenza nel Comune ma svolgono attività di lavoro/studio al di fuori del Comune di residenza;
- Soggetti iscritti all’AIRE che risiedano o abbiano la dimora per più di sei mesi all’anno in località ubicata fuori dal territorio nazionale purchè in presenza dei requisiti di legge.
Ai sensi dell’art. 24 del Regolamento TARI dell’Ente, la riduzione del 15% della quota variabile della tariffa relativa alle utenze domestiche che abbiano attivato in modo continuativo, il compostaggio domestico dei propri scarti organici;    Riduzioni applicabili alle utenze non domestiche
Ai sensi dell’art. 10 del Regolamento TARI dell’Ente, la riduzione della superficie tassabile per le attività produttive di rifiuti speciali non assimilati e/o pericolosi o non conferibili al pubblico servizio.
Ai sensi dell’art. 25 del Regolamento TARI dell’Ente, la riduzione del 30% della parte variabile della tariffa relativa alle utenze non domestiche non stabilmente attive;
Ai sensi dell’art. 26 del Regolamento TARI dell’Ente, la riduzione della quota variabile della tariffa per avvio al recupero di rifiuti assimilati, nella misura del:

  •   15% nel caso di recupero dal 15% al 25% del totale dei rifiuti assimilati potenzialmente prodotti;
  •   30% nel caso di recupero di oltre il 25% e fino al 50% del totale dei rifiuti assimilati potenzialmente prodotti;
  •   40% nel caso di recupero di oltre il 50% e fino al 75% del totale dei rifiuti assimilati potenzialmente prodotti;
  •   60% nel caso di recupero di oltre il 75% del totale dei rifiuti assimilati potenzialmente prodotti; 

Si riportano alcuni esempi pratici di calcolo della TARI.

Le tariffe applicate negli esempi sono quelle relative alla Tari 2019.



ABITAZIONE CON 2 OCCUPANTI

Per un'utenza domestica di 100 mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a   € 326,04, calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 2,29
Tariffa variabile: € 81,51
Quota fissa: € 2,29 * 100 * (365/365) = € 229,00
Quota variabile: € 81,51 * (365/365) = € 81,51
Totale imposta: € 229,00 + € 81,51 = € 310,51
Totale: € 310,51 + 5,00% = € 326,04

ABITAZIONE CON 5 OCCUPANTI

Per un'utenza domestica di 100 mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a    € 458,69, calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 2,68
Tariffa variabile: € 168,85
Quota fissa: € 2,68 * 100 * (365/365) = € 268,00
Quota variabile: € 168,85 * (365/365) = € 168,85
Totale imposta: € 268,00 + € 168,85 = € 436,85
Totale: € 436,85 + 5,00% = € 458,69

 


BAR, CAFFE', PASTICCERIA

Per un'utenza non domestica di 100 mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a       € 1.287,30, calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 8,50
Tariffa variabile: € 3,76
Quota fissa: € 8,50 * 100 * (365/365) = € 850,00
Quota variabile: € 3,76 * 100 * (365/365) = € 376,00
Totale imposta: € 850,00 + € 376,00 = € 1.226,00
Totale: € 1.226,00 + 5,00% = € 1.287,30




CARROZZERIE, AUTOFFICINE, ELETTRAUTO

Per un'utenza non domestica di 100 mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a             297,15, calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,96
Tariffa variabile: € 0,87
Quota fissa: € 1,96 * 100 * (365/365) = € 196,00
Quota variabile: € 0,87 * 100 * (365/365) = € 87,00
Totale imposta: € 196,00 + € 87,00 = € 283,00
Totale: € 283,00 + 5,00% = € 297,15


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: t
Cluster: - €
Tariffa nazionale di base:
Raccolta differenziata: %
Fattori di contesto del comune:
Economie e diseconomie di scala:
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento:
Impianti di trattamento meccanico biologico:
Discariche:
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: %
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: %
Rifiuti smaltiti in discarica: %
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Sono in fase di verifica le misure da adottare a beneficio degli utenti Tari per il riconoscimento delle riduzioni tariffarie a seguito emergenza Covid-19.
Estremi degli atti di approvazione della tariffa per l’anno in corso con riferimento all’ambito o ai comuni serviti
L'Ente provvederà entro il 31 luglio 2020 all'approvazione  delle tariffe TARI di riferimento per l'anno in corso.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 33 del 30/09/2020, ha stabilito le seguenti scadenze di versamento:

- scadenza 1° rata e rata unica: 15 novembre 2020;

- scadenza 2° rata: 15 gennaio 2021;

- scadenza 3° rata: 15 marzo 2021;

- scadenza 4° rata: 30 aprile 2021;

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

RAVVEDIMENTO OPEROSO


Gli errori, le omissioni e i versamenti parziali possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento mediante l'istituto del RAVVEDIMENTO OPEROSO dell’imposta dovuta, degli interessi calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione in misura ridotta. 

Il contribuente che abbia quindi omesso il pagamento della TARI entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi.

ACCERTAMENTO PER PARZIALE/OMESSO PAGAMENTO:

ACCERTAMENTO PER OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO:
In caso di ritardato od omesso pagamento TARI, il Comune di Tortolì invia un avviso di accertamento esecutivo per omesso/parziale versamento.


Relativamente alle sanzioni:

In caso di omesso o insufficiente pagamento si applica la sanzione del 30% dell'imposta dovuta, ovvero della differenza dell'imposta dovuta.

In caso di omessa presentazione della dichiarazione, anche relativamente a uno solo degli immobili, occupati o detenuti, si applica la sanzione amministrativa dal 100% al 200% del tributo dovuto, con un minimo di 50 Euro.

In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione amministrativa dal 50% al 100% del tributo dovuto, con un minimo di 50 Euro.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Il Codice BELFIORE del Comune di Tortolì è A355

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso di pagamento, utilizza il seguente codice tributo:

3944: Tari - tassa sui rifiuti;

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo (F24) sono:

3945: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;
3946: sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti.


Casi in cui il contribuente si accorge di aver effettuato un versamento con un codice ente diverso da A355 (Tortolì):

- se l'errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca, posta, ecc), bisogna contattare  lo stesso intermediario che provvederà ad annullare la delega di pagamento emessa e riemetterla con codice ente corretto. 

- se l'errore di digitazione è stato causato dal contribuente,  dovrà rivolgersi al comune di Tortolì per la verifica del pagamento. A seguito di questa verifica, il contribuente invierà poi richiesta di riversamento all'ente errato, che dovrà procedere al riversamento presso il nostro ente, sul conto corrente postale, IBAN IT 42 W 01015 85390 000000031510; in questo caso andrà indicata nella causale del versamento, il codice fiscale del contribuente e il tributo/anno che si sta riversando.
Stessa cosa farà il Comune di Tortolì se riceve un versamento indebito.


Per eventuali comunicazioni in merito a variazioni  nei dati relativi all'utente o all'utenza, si può contattare l'Ufficio Tributi che seguirà il contribuente nella presentazione delle relative denunce e, se dovuto, ricalcolerà l'importo dell'avviso emesso.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Attualmente non è possibile ricevere gli avvisi di pagamento TARI in formato elettronico su iniziativa dell'Ente. In tutti i casi il contribuente può farne specifica richiesta.